Eccola,la nuova divertentissima commedia di Raffaele Caianiello ” Sott’…Sott’…Aumm..Non si può non ridere. ‘Sott sott.. Aumm aumm!’ è un’unica risata: dall’inizio alla fine della commedia. A cominciare dalle prime scene, quando dalle prime battute si intuisce cosa i personaggi di questa esilarante commedia, stanno combinando. Un piano semplice ed immediato, architettato in modo talmente elementare da disarmare lo spettatore: è la praticità dell’arte d’arrangiarsi la vera protagonista dell’inverosimile struttura. Una famiglia ridotta al lastrico che si ingegna a frodare, anzi derubare i malcapitati per potersi programmare un futuro… onesto! Furti finalizzati all’acquisizione di un capitale, ma solo quel tanto che possa bastare, per poter avviare un’attività onesta… E così la famiglia Cimmaruta, riponendo in un cassetto i sani principi del capofamiglia ignaro di quanto i suoi congiunti stiano macchinando ed attuando,va avanti nell’intento fino al raggiungimento della somma decisa all’inizio del ‘progetto’. Non mancano scene originalissime che si vanno ad inserire nel contesto globale della storia, con equivoci spassosi.Aumm.

In rete una nuova commedia di Raffaele Caianiello : “Non ci resta che maritarla” Una storia ‘semplice’, quella della commedia che ci si appresta a leggere. Semplice ma attuale, veritiera, di una realtà sconcertante, che evidenzia l’invadenza dei genitori nelle giovani coppie. Un’invadenza dettata dall’amore, ovviamente, un amore evidente di non-rispetto per l’altro aspetto di questo grande sentimento: l’amore, ma quello dei genitori contrasta quello coniugale, anche senza volerlo. Forse per una questione di eccessiva protezione nei confronti dei figli che iniziano una nuova vita e per i quali ci si preoccupa sempre; una protezione che dovrebbe essere deposta dinanzi all’altare, o comunque dinanzi alla persona che unisce in matrimonio i propri ‘pargoli’, eppure, ancora oggi, in tante situazioni, non è purtroppo così. L’esasperazione, sapientemente costruita da Raffaele Caianiello in ‘Non ci resta che maritarla’, offre una grande occasione di riflessione, al di là delle situazioni volutamente ingigantite con grande sagacia (e che si possono riscontrare nella quotidianità se solo si avesse il coraggio di raccontarsi). Una commedia ‘semplice’ perché, a differenza del suo ritmo, non c’è il susseguirsi mozzafiato di situazioni che si innescano in modo virtuoso ed i colpi di scena non coinvolgono i protagonisti, non sempre, rendendo, comunque, la trama ‘viva’ e strappando ulteriori risate agli spettatori. Una trama che si risolve in modo inatteso, con l’imprevedibile che ‘salva capra e cavoli’, grazie al ‘colpo di genio’ del protagonista, Renato, ed all’arguzia della cameriera, Teresa (essenza dello spirito napoletano che riesce a trarre vantaggi ed a camuffare la realtà pur di raggiungere il traguardo, se il progetto è meritevole di sforzi), per la quale si aprirà un inaspettato lieto fine. e Sott’…Sott’..Aumm…Aumm” Non si può non ridere. ‘Sott sott.. Aumm aumm!’ è un’unica risata: dall’inizio alla fine della commedia. A cominciare dalle prime scene, quando dalle prime battute si intuisce cosa i personaggi di questa esilarante commedia, stanno combinando. Un piano semplice ed immediato, architettato in modo talmente elementare da disarmare lo spettatore: è la praticità dell’arte d’arrangiarsi la vera protagonista dell’inverosimile struttura.

La commedia ” Nu mbruoglio furtunate” fa il pieno al teatro massimo di Benevento

Nu mbruoglio furtunate la divertentessima commedia di Raffaele Caianiello portata in scena brillantemente il 13 maggio 2014 dalla compagnia ” I Matt..attori, ha fatto il pieno al Teatro Massimo di Benevento
Un pubblico eccezionale, ha accompagnato con ripetuti e scroscianti applausi per tutta la durata della rappresentazione e alla fine una vera ovazione, ha salutato gli interpreti e l’autore presente in sala.

il mio teatro

E ricchezza da povertà68833_4290999027226_29157708_n

incontro con l'autore6235464731249154629

14226647534229780008luna rossa e grazie 29 gennaio133nu mbruoglio ad Ischiateatro GaribaldiTeatro Salerno385006_2245813394931_1536031386_31805319_231657107_n

Due commedie appena uscite e già rappresentate

Due mie commedie ” Oggi sposi si dispensa dai fiori ” e ” Il vedovo… consolabile” pubblicate rispettivamente a Giugno e settembre , hanno avuto subito spazio nei teatri campani.
” Il vedovo …consolabile in versione al femminile ” A vedova se cunsole ” è stata rappresentata e replicata per ben quattro serate a Torre del Greco con gran successo dalla compagnia ” Gianni Pernice” diretta da Rosalba Pernice. La commedia sarà anche presente nella rassegna teatrale del Santuario ” Villa di Briano” il 9 marzo.
La commedia ” Oggi sposi si dispensa dai fiori” sarà rappresentata a Teatro Immacolata a Napoli il 28 febbraio,il primo e il due marzo 2014 dalla compagnia ” Loro di Talia” con la regia di Michele Mancinelli e sarà rappresentata anch’essa nell’ambito della rassegna del Santuario.